Con il sostegno di

Ass. Teatro della Caduta  - Piazza Santa Giulia, 11 - Uffici: Via Bava, 28 - il Teatro: via Buniva 24 -  10124 Torino  (TO)

P.Iva/C.F.  08714940015 - Tel. 011/0606079

Stagioni in città

ovvero la storia di Marcovaldo

con Elena Alfonsi, Danilo Sarego e Andrea Zaccheo
drammaturgia e regia Titta Ceccano


coproduzione

Matutateatro/Teatro della Caduta


dagli 8 anni in su

In mezzo alla città di cemento e asfalto, Marcovaldo va in cerca della Natura. Ma esiste ancora, la Natura? Quella che egli trova è una Natura dispettosa, contraffatta, compromessa con la vita artificiale. Personaggio buffo e melanconico, Marcovaldo è il protagonista d'una serie di favole moderne che presentano scene di vita contemporanea. Le caratteristiche del protagonista sono appena accennate: è un animo semplice, è padre di famiglia nu¬merosa, lavora come manovale o uomo di fatica in una ditta, è l'ultima incarnazione di una serie di candidi eroi poveri-diavoli alla Charlie Chaplin, con questa particolarità: di essere un «Uomo di Natura», un «Buon Selvaggio» esiliato nella città industriale.

Da dove egli sia venuto alla città, quale sia l'«altrove» di cui egli sente nostalgia, non è detto; potremmo definirlo un «immigrato», anche se questa parola non compare mai nel testo; ma la definizione è forse impropria, perché tutti in queste novelle sembrano «immigrati»in un mondo estraneo dal quale non si può sfuggire. Lo spettacolo che ci ridà integralmente cinque delle venti novelle del libro è arricchito da canzoni ispirate alle altre avventure del protagonista. In scena quattro personaggi strampalati, figli di Tatì cosi come di Totò ci portano nel mondo di Marcovaldo come in quadro di Magrit. 

Uno spettacolo che ha trovato il motivo di gran parte della sua poesia nel perfetto affiatamento degli interpreti: un quartetto di giovani attori che dire formidabile è poco. Tenendosi a un passo dal mimo e a un altro dal canto, l’ensemble di artisti lavora sui tempi della messa in scena con una precisione a tratti millimetrica. (Close-up.it , gennaio 2016)